Formazione gratuita traduttori 2019: le date

Sedie in aula | © Jonas Jacobsson
Sedie in aula | © Jonas Jacobsson

Torna la formazione gratuita via Internet per traduttori. Molte le novità di quest’anno. Anziché in diretta, le lezioni saranno disponibili sotto forma di video registrati, per una maggiore flessibilità di partecipazione. Confermate le modalità di iscrizione: una completamente gratuita, l’altra con alcuni servizi aggiuntivi. Le istruzioni per ricevere l’invito a iscriversi.


 

Tornano anche quest’anno gli appuntamenti Archomai con la formazione gratuita via Internet per traduttori. Gli argomenti restano quelli che hanno attratto complessivamente, in dieci anni, più di 3000 partecipanti da 19 Paesi del mondo. Quest’anno ci sono molte novità. I seminari formano ora un vero e proprio programma di formazione su alcuni aspetti di base della traduzione giuridica, articolato in cinque lezioni e pienamente integrato nel corso «Il diritto per tradurre.» La formazione gratuita mantiene però la sua indipendenza: partecipare alle lezioni gratuite non impegna a iscriversi al corso completo. La filosofia e l’approccio alla materia, però, sono gli stessi.

L’altra novità è che le lezioni non saranno più in diretta: seguendo una tendenza ormai consolidata nella formazione online, saranno ora disponibili per tutti sotto forma di video registrati, che permettono maggiore flessibilità di partecipazione. Il docente risponde a eventuali domande sui contenuti via posta elettronica. A differenza degli scorsi anni, inoltre, è sufficiente una sola iscrizione per tutti i cinque appuntamenti.

Come sempre, gli argomenti scelti per la formazione gratuita sono di immediata utilità pratica. Formano un programma che tocca alcuni temi sempre attuali della traduzione di documenti legali: i principi generali di metodo della traduzione giuridica, due lezioni su alcuni problemi specifici della traduzione dei contratti, poi alcuni aspetti di diritto successorio, per chi traduce documenti connessi alle eredità, infine una lezione su alcuni elementi terminologici di diritto penale.

Com’era ormai abituale negli ultimi anni, sono possibili due modalità di partecipazione. Una è completamente gratuita, senza alcuna limitazione dei contenuti. Poiché da quest’anno le lezioni sono registrate, il partecipante non è più legato all’orario della diretta. In questa modalità, ogni lezione resta visibile liberamente dalle ore 9:00 alle 24:00 del giorno indicato nel calendario del corso.

Legga anche:  Le novità «Il diritto per tradurre» da settembre

La modalità di partecipazione estesa, a cui si accede versando un’iscrizione simbolica di 55.- franchi svizzeri (meno di 50.- euro), permette invece di accedere a tutte le cinque lezioni senza limiti di tempo, per l’intero periodo di disponibilità del corso. Gli iscritti in questa modalità, inoltre, possono scaricare le diapositive delle lezioni e ottenere l’attestato di partecipazione, svolgendo la consueta esercitazione a risposte multiple per la verifica d’apprendimento. Si svolge una sola esercitazione e si riceve un solo attestato, per l’intero ciclo di cinque lezioni. L’iscrizione estesa include in omaggio un anno di abbonamento a Trabant Premium.

L’iscrizione alla formazione gratuita è possibile solo su invito: l’invito viene spedito a tutti gli abbonati a Trabant Gratuito che hanno indicato Traduzione fra i propri interessi (non è necessario essere abbonati Premium o Platinum). L’invito a iscriversi alla formazione gratuita parte qualche giorno prima della prima lezione del corso. Chi non riceve ancora Trabant può abbonarsi >qui: è sufficiente Trabant Gratuito, senza dimenticare di cliccare su Traduzione professionale tra i propri interessi.

La prima lezione è disponibile mercoledì 30 gennaio. Le date e le informazioni di dettaglio sulla prossima sessione di formazione gratuita si trovano cliccando qui sotto.

Date e dettagli della formazione gratuita »

 

Commentare questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*