Brexit: e la montagna partorì il topolino

L’ostacolo più duro è stato la frontiera tra Irlanda del Nord e resto d’Irlanda. Nei negoziati per la Brexit, l’Unione europea sta funzionando a meraviglia, nel difendere gli interessi degli Stati membri e dei loro cittadini. L’accordo annunciato mette nero su bianco l’unica via possibile, ma è a un’ipocrisia. Londra dovrà accettare regole stabilite dall’Ue e perde il diritto partecipare a deciderle.
Questo articolo è riservato agli abbonati. Gli abbonati hanno accesso a tutti i contenuti del sito, per capire meglio i fatti del mondo.

Acceda con le Sue credenziali » | Si abboni »

I commenti sono chiusi.

Commentare questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*