Quando per il mondo è «genocidio»

Nella Giornata della memoria per le vittime dell'Olocausto, così come nella Giornata del ricordo per le vittime delle foibe e in altre analoghe ricorrenze, si utilizza ripetutamente il termine genocidio. Vediamo qual è il significato esatto di questa espressione nelle relazioni internazionali. Perché alcuni fatti storici, sebbene suscitino riprovazione per la loro efferata violenza, non sono riconosciuti come genocidi.
Questo articolo è riservato agli abbonati. Gli abbonati hanno accesso a tutti i contenuti del sito, per capire meglio i fatti del mondo.

Acceda con le Sue credenziali » | Si abboni »

I commenti sono chiusi.

Commentare questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*