Україна 2.28, Kiev – Italianità

Oggi, al Centro media, oltre al consueto rapporto del consueto colonnello, interessante intervento della responsabile del sito internet http://www.stopfake.org, sulla falsificazione di notizie in Rete sulla guerra. Oggi è comparso anche un giornalista italiano, e avrei preferito che ciò non accadesse. A parte il vestiario e l’atteggiamento, che lo hanno reso immediatamente riconoscibile, la sua prima preoccupazione è stata di andare dai tecnici per chiedere di proiettare la cartina che raffigura la zona di guerra e poi FARSI FOTOGRAFARE LUI STESSO a fianco della cartina, importunando altri giornalisti presenti fin quando non ne ha trovato uno disposto a scattargli la foto. Non una, ma tante, in diverse pose, a mezzo busto, a figura intera, a braccia conserte e poi ancora. Avendo cose più serie da fare, dopo un po’ i tecnici hanno di nuovo tolto la cartina, ma lui è tornato da loro e ha nuovamente insistito che la proiettassero per lui, poi si è prodotto in vari selfie con alle spalle il logo del Centro media, tra la malcelata ilarità generale. Inglese da spiaggia, non una parola di russo o di ucraino, manco a dirlo. Ma perché sempre ‘ste figure?…

«« « Indietro Avanti »

Legga anche:  România 1.1, Bucarest

Commentare questo articolo

Il Suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*