L’infolettera «Trabant»
Per essere sempre aggiornati su articoli, corsi e pubblicazioni

Trabant è l'infolettera che aggiorna sull'uscita di nuovi articoli, sui corsi e sulle altre pubblicazioni.

Propone anche link a fonti esterne e suggerimenti di lettura. Ha cadenza variabile, a dipendenza dei periodi e dei temi da segnalare, in ogni caso non esce più di una volta alla settimana. E' possibile scegliere se ricevere notizie solo sulle relazioni internazionali, solo sul settore della traduzione professionale o su entrambi, barrando le apposite caselle. Non dimentichi di indicare la Sua preferenza, o non riceverà nulla!

Trabant è una parola tedesca, significa «satellite.» Un satellite ruota intorno alla Terra sufficientemente lontano da abbracciarla con lo sguardo, ma non abbastanza vicino da farsi distrarre da eventi irrilevanti.

 

I link ad altri siti o le segnalazioni di libri eventualmente presenti sull'infolettera sono scelti per la loro pertinenza con i temi trattati. Non sono in vendita link sponsorizzati o spazi pubblicitari.

 

Formulario di iscrizione

Non dimentichi di indicare gli argomenti di Sua preferenza, o non riceverà nulla!

Relazioni internazionali
Traduzione professionale

«Trabant» tra la folla nei giorni della caduta del Muro di Berlino
«Trabant» tra la folla nei giorni della caduta del Muro di Berlino

Il termine Trabant è diventato celebre in tutto il mondo grazie a un’automobile utilitaria fabbricata nella Repubblica democratica tedesca. La piccola Trabant, alla quale sono stati dedicati anche un museo e un celebre film, a partire dagli anni Cinquanta si diffuse in tutta l’Europa orientale, dove è ancora possibile incontrarne sulle strade. Assurta a simbolo di quarant'anni di storia di quella parte d'Europa, fu prodotta sino a poco dopo il crollo del Muro di Berlino. La storica notte del 9 novembre 1989 il Muro cadde e finirono 28 anni di divisione tra le due Germanie: migliaia di berlinesi dell'est si riversarono a ovest, tra due ali di folla plaudente, superando i posti di controllo a bordo di innumerevoli, scoppiettanti Trabant, avvolte da una nuvola di fumo blu prodotto dal loro motore a due tempi alimentato a miscela.