Mogherini agli Esteri Ue

Federica Mogherini scoppia in lacrime, quando riceve la notizia della nomina ad Alto rappresentante della politica estera europea. Di ministre piangenti l’Italia ne ha già avuta una: gli esiti della sua azione sono ancora tristemente impressi nella memoria degli Italiani. Con quel poco di spirito di corpo che mi resta con il Paese nel quale sono nato, faccio alla dott.ssa Mogherini, per quel che possono valere, i miei auguri di buon lavoro. Spero di ricredermi sull’inopportunità della sua nomina in quella carica, ma questa notizia non mi aiuta. Cosa farà davanti a Putin e Lavrov, che mandano a combattere in Ucraina i miliziani collaudati in Cecenia che mettono paura solo a guardarli in faccia? Se si trovasse di fronte gli autoproclamati califfi mediorientali, avrebbe lacrime abbastanza? Confidiamo nella nuova generazione, come lei stessa ci ha invitati a fare, anche se, nella situazione internazionale attuale, avrei preferito che gli esperimenti si facessero in altri dipartimenti. (>link)

Commentare questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*