Russia, Iran e Regno unito, chiavi dell’attualità

Giornale in russo, abbandonato | © Anastasia Polischuk
Giornale in russo, abbandonato | © Anastasia Polischuk

L’edizione di questo mese del corso «Il mondo in cinque giorni» prende spunto dagli eventi che si stanno svolgendo in tre Paesi di grande significato per l’intera comunità internazionale. Partendo da fatti attuali e specifici, il corso guida a comprendere le relazioni che formano il tessuto della realtà internazionale, che nasce da interazioni fra elementi di natura diversa.


 

Poco segnalati in Occidente, gli eventi interni che stanno scuotendo la Russia in queste settimane e che perdurano ormai da diversi mesi ci insegnano a leggere la realtà di un Paese, che ha mutato profondamente il proprio modo di porsi verso il mondo. L’intreccio fra situazione interna del Paese e le sue attività sui diversi scenari internazionali è più stretto che mai. Per interpretarlo non basta fermarsi agli elementi superficiali. Comprendere l’evolversi della posizione russa è importante per tutti noi, per un lungo elenco di motivazioni economiche e di sicurezza.

L’inatteso risultato elettorale in Gran Bretagna ci spinge ad approfondire la posizione di Londra su diversi scenari internazionali. L’uscita dall’Unione europea non può non influenzare il ruolo del Regno unito nei rapporti con gli attori globali. Fatti violenti, come gli atti terroristici o il recente, tragico incendio di un grattacielo a Londra ci fanno ricollocare il Regno unito sul teatro mondiale sotto una luce che cambia.

Contrariamente a quanto si pensa, le relazioni internazionali non sono solo politica, anzi, quest’ultima non vi gioca, oggi, un ruolo primario. Certo, spesso sentiamo parlare degli Stati esteri a causa di eventi politici, come la riconferma nella sua carica del Capo dello Stato iraniano o la rottura delle relazioni diplomatiche tra alcuni Paesi del Golfo e il Qatar. Quelle situazioni, però, coinvolgono elementi delle relazioni internazionali ai quali pensiamo meno, ma che svolgono un ruolo da protagonisti: le risorse energetiche e le grandi religioni. L’Iran, repubblica islamica, e una catena di eventi intorno alle questioni energetiche e religiose degli ultimi mesi, ci insegnano a guardare ad aspetti forse meno immediati, ma determinanti non solo per quelle regioni apparentemente lontane, ma anche per noi e per la nostra sicurezza.

Questi i tre temi-chiave dell’edizione di giugno de «Il mondo in cinque giorni,» corso via Internet in cinque giorni (da lunedì 16 a venerdì 30 giugno) per chi vuole guardare più consapevolmente al mondo che ci circonda, per decidere in modo più informato di fronte a scelte di carattere personale e professionale che richiedono la capacità di interpretare la realtà internazionale. I dettagli tecnici sul corso e le iscrizioni si trovano qui sotto. Benvenuti!

 

Corso «Il mondo in cinque giorni – comprendere l’attualità internazionale e imparare a interpretarla.»

E’ un corso di cinque lezioni in cinque giorni per formarsi sugli eventi di maggiore attualità internazionale e acquisire un metodo per interpretarli, allo scopo di accrescere il proprio bagaglio di formazione oppure prendere decisioni consapevoli nella vita personale e professionale. I contenuti nascono dall’attività del docente, ricercatore indipendente in diritto e relazioni internazionali.

Alla scheda del corso »

Commentare questo articolo

Il Suo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*